martedì 21 gennaio 2014

The Instigation - No Way Out EP (autoprodotto, 2014) / #review

Ieri è stato un lunedì di ripetuti e ostentati ascolti hardcore. Punk, ça va sans dire.

Oggi l'hardcore bussa di nuovo alle mie casse, impersonato dalle palle quadrate di questa indiavolata band giapponese, gli Instigation, che giunge al secondo EP (il primo, omonimo, è del novembre 2012) dopo aver passato qualche anno a surfare palchi e cambiare line-up.  
Imbeccata finalmente la formazione giusta con la recente assunzione di un possente batterista canadese, tornano a farsi sentire con questo No Way Out (proveniente dalle stesse session di registrazione del precedente), un altro furioso ruggito hardcore punk in stile 80s sporcato manco fosse stato necessario (ed invece lo era eccome, sentire per credere) di sperma garage e rock'n'roll.

Quattro pezzi al fulmicotone - tra i quali spiccano la tiratissima title-track e la bella cover di Degenerated dei Reagan Youth - che faticano a raggiungere i due minuti, sputando fuori rabbia e frustrazione e diosolosacosa con una nonchalance e un'immediatezza da far indietreggiare. 
Urla grezze e disperate, riff metallici e taglienti, velocità improbabili e sguaiatezza garage-punk sono gli ingredienti che fanno grande questo piccolo gioiello. Vi stuzzica la cosa? Inviate un'email a instigation@gmail.com e avrete la vostra bella copia fisica.

Nessun commento:

Posta un commento