giovedì 25 luglio 2013

Loud Notes comeback / #loudnotes

No, Loud Notes non ha chiuso i battenti, si è solo preso delle ferie un po' più lunghe del previsto. Lui. Io cazzi. La verità è che nell'ultimo mese, in tutt'altre faccende affancendato, non sono riuscito a trovare il tempo materiale per scrivere. Neanche un minuto che è uno! ...stamani finalmente sì.
E in attesa di mollare tutto e andare a far danno da qualche altra parte (aka le mie vacanze), volevo tornare su queste pagine ancora per un paio di settimane, per propinarvi qualche nuovo post: qualche recensione lasciata a metà per troppo tempo e tornata alla luce recentemente, la album list accompagnata da cassettina di "Le casse di Loud Notes", e forse anche qualcos'altro, tempo permettendo.

Forse sputerò fuori qualcosa già in giornata. Abbiate fede. Anzi no, la fede lasciatela a quelli che hanno smesso di pensare. Abbiate pazienza, piuttosto, a prescindere. E ascoltatevi queste due immense cavalcate: Machine Gun, del compagno Jimi, e Cowgirl In The Sand, dello zio Neil (che dev'essere già lì, buono buono che mi attende per venerdì sera).

Nessun commento:

Posta un commento