giovedì 28 giugno 2012

The Sick Rose - No Need For Speed (Area Pirata, 2011)

Ne avranno già scritto cani e porci, di questo disco. Data novembre 2011. Preistoria, per chi usufruisce della musica alla stessa maniera di un consumatore di merendine. L'altroieri, per chi, il rock'n'roll, ce l'ha nel sangue.
Inutili perdere troppo tempo in presentazioni. Loro sono i Sick Rose, e se ancora non avete sentito parlare di quella che è stata la miglior garage band europea (e forse mondiale) degli anni '80, be', allora avete senz'altro bisogno di un corso accelerato di rock italico. O, più semplicemente, di un percorso a ritroso lungo i sei album che hanno costellato, ad oggi, la discografia della band. Dal garage rock arrogante immerso nel farfisa dei primi dischi negli anni '80, al proto-punk stile MC5 al caramelloso e adrenalinico powerpop degli ultimi lavori.

No Need For Speed è il loro sesto album e si inserisce alla perfezione all'interno del percorso musicale tracciato a grandi linee qui sopra. Anzi, costituisce l'apice artistico dell'ultima incarnazione dei Sick Rose, spingendoli su per l'olimpo delle migliori powerpop band di sempre. "11 medicine pop per ridurre lo stress della vita di tutti i giorni". Così spiega il sottotitolo, e forse basterebbe questo a descrivere il disco. Adrenalina a go-go bagnata di melodie e zucchero filato. Power pop, di quello fatto con i controcazzi, signore e signori.

Una macchina da guerra ben rodata, quella dei Sick Rose, che segue i sentieri già tracciati da band sacre del genere quali The Beat, The Knack, buttando nella mischia l'istinto da hit makers dei primi R.E.M. (Putting Me Down), e l'energia rock'n'roll dei Ramones. Il disco è veramente ricco, e ci regala un piacevolissimo quadro fatto di pezzi aggressivi (Action Reaction, a metà tra la sensibilità pop di Paul Collins e l'attitudine punk dei Ramones), ballate strappalacrime (Pathetic Girl), classici pezzoni power pop rock'n'roll che sanno allo stesso tempo d'estate e di umida cantina rock (Before You Go), due belle cover (Magic Teacher dei Dixies e Drop By And Stay dei Piper) e pezzi più particolari dal feeling molto street garage (la bellissima The Life).

No Need For Speed è un disco semplicissimo nella sua struttura profondamente pop, dolcemente aggressivo, sinceramente appassionato e incredibilmente appassionante. Uno di quelli che metti sul piatto e non te li scordi più. Che metti nello stereo della macchina e ti ritrovi a Palermo che non sai neanche come. Una roba che ogni buon appassionato di rock'n'roll dovrebbe sempre tenere a portata di mano. Non siate da meno!


links:
sick rose
sick rose - facebook
sick rose - reverbnation
area pirata

Nessun commento:

Posta un commento