mercoledì 6 giugno 2012

Daisy Chains - Donors EP (RocketMan, 2012)

I Daisy Chains sono una mia vecchia conoscenza, avendone già recensito il bellissimo A Story Has No Beginning Or End e avendo intervistato il loro frontman Carlo Pinchetti non molto tempo fa.
Tornano sulla breve distanza a farmi buona compagnia con questo Donors, ma mostrando un'altra faccia.

La musica dei Daisy Chains ha (definitivamente?) abbandonato Londra per trasferirsi negli USA, lasciato alle spalle il post-punk d'Albione per abbracciare un malinconico, rumoroso (figlio delle melodie in salsa noise dei Dinosaur Jr) e a tratti psichedelico pop-rock d'oltreoceano. 

Il cambiamento (peraltro già in parte anticipato al sottoscritto nell'intervista di cui sopra) è di quelli che si avvertono alla prima nota: una nota che esplode malinconica, melodica e piacevolmente noise nelle casse dello stereo. Che sa farsi splendida architettura noise pop (Second Rate Teen), con le chitarre che indicano "youthianamente" la strada per il sogno; che usa prepotenza e fuzz al servizio di sofferti scatti d'ira (Cut, insieme il pezzo più particolare e bello dell'EP) o si addentra in malinconici anfratti dream pop a malapena sfiorati dal rumore (Faded). In coda all'EP troviamo il rock-pop di Shame e un riuscito noise-pop dai tratti psichedelici sfibrato dalle chitarre stile J Mascis (Donors) che esplode in un ritornello trita cervello.

In attesa della consacrazione del nuovo sound su LP vi consiglio caldamente di procurarvi questo gustoso antipasto.



5 commenti:

  1. solo un appunto: il cambiamento è stato fatto dalla stessa sezione ritmica di A STORY HAS NO BEGINNING OR END. tutto il resto è perfetto.
    ciao!

    RispondiElimina
  2. ops, sorry, avevo letto qui rocketmanrecords_Daisy_Chains di un avvicendamento. Non si capisce bene: l'avvicendamento è successivo all'uscita del disco? Comunque correggo subito il tiro... Grazie di averlo segnalato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Leonardo,
      si l'avvicendamento è successivo alla realizzazione del disco.
      buona giornata.

      Elimina
  3. Ciao Andrea,

    sul comunicato stampa dell'etichetta la cosa è molto chiara "...il periodo tra la realizzazione del nuovo lavoro e i momenti immediatamente successivi..."

    Ad ogni modo ti ringraziamo per la precisazione.

    Leonardo di nuovo ti ringraziamo di cuore per aver ascoltato e compreso il disco alla perfezione, che è ciò che conta.

    Daisy Chains

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di niente ragazzi, è stato veramente un piacere ascoltare e recensire questo bel EP! Attendo un bel full-length ora! :)

      Elimina