venerdì 27 aprile 2012

The Hussy - Weed Seizure LP (Tic Tac Totally, 2012)

Pochi giri di parole: questo Weed Seizure (che letteralmente significa "sequestro della Maria"), secondo LP dei The Hussy dopo Cement Tomb Mind Control dell'anno scorso (che porca puttana m'era sfuggito) è un disco profondamente cazzuto, uno di quelli dischi che te le suona fin dal primo secondo senza lasciarti il tempo di renderti conto di dove sei capitato.
Già, dove siamo finiti? Direi in un cazzo di girone infernale dove il garage rock, il noise e la psichedelia pop (che ti accoglie già dalla copertina) la fanno da padroni: un eden nel quale convivono allegramente Oblivians e Stooges, Jay Reatard e Ty Segall, un ideale luogo di contrappasso per coloro che in vita hanno ascoltato solo gigi d'alessio e merde attigue.

Weed Seizure parte benissimo, con il preziosissimo singolo Undefined (da cui il video qua sotto), un pezzo che si destreggia ubriaco tra garage rock, sferragliate noise e un piacevole afflato pop psichedelico. Si prosegue con la pur bellissima Feeling Dry, uno schiaffo garage noise da far arretrare impauriti. Liar è un garage (pop)punk perfetto al quale la voce femminile dona un'aurea ancora più folle, mentre le chitarre affilate come spade e il ritmo accelerato incalzano senza lasciare spazio per il riposo. Piacevolissima anche Fudje, con quell'amplesso di voce maschile e femminile che accompagna la dolce melodia pop a schiantarsi contro un muro di chitarre noise.
Il noise pop di Bang Bang è un altro gioiello prezioso di questo Weed Seizure, un pezzo meraviglioso capace di riappacificarvi con il termine pop che fa il paio con la psichedelia garage di Bad Speed che apre il lato B, un mid tempo drogato e rumoroso dal passo pesante e dall'andatura zoppa (a tratti quasi Stooges) capace di mandarvi in pappa il cervello. Ma il disco è pieno di sorprese, e poco dopo ti accoglie caldo con il garage pop-noise di Stab Me, una sorta di incrocio incestuoso tra i Beach Boys e gli Oblivians, un pezzo memorabile costruito su un riff e una melodia tritacervello cui fa seguito il folle rock'n'roll punk di Dog Said Yeah. E se non vi è bastato rilassatevi pure con i 3 minuti di psichedelia pop stuprata da noise ambientale (?) contenuti in The Moon Rules #1 mentre giocate un'amichevole partita a carte con Lucifero.

La finirei qui, che l'elenco non rende giustizia a quanto le mie orecchie stanno ascoltando. Vi basti sapere che Weed Seizure è un disco coi fiocchi, un orgoglioso album di garage rock/punk che flirta con tutto il flirtabile (noise pop, rock'n'roll, surf, psichedelia) uscendone fuori fresco e raggiante, pieno di amore per il prossimo da spargere a suon di rock'n'roll. Un disco di 14 pezzi che non raggiunge i 30 minuti, una cosa che va cotta e mangiata senza tante storie e storielline del cazzo. Tacete e compratelo, che gli Hussy vi stanno aspettando a braccia aperte.


 
links:
the hussy - bandcamp
the hussy - facebook
tic tac totally

Nessun commento:

Posta un commento