martedì 17 gennaio 2012

Sonic Youth Disappears

È di dominio pubblico ormai da un pezzo: il divorzio della (ex) supercoppia Moore-Gordon sta portando una delle band più importanti di sempre (i Sonic Youth appunto) verso un ormai quasi certo scioglimento (e come diceva qualcun altro, that legendary divorce is such a bore!). Che ci sarebbe da piangere a dirotto, se non fosse per il fatto che (magra consolazione), a quanto sembra, i quattro dinosauri newyorchesi non abbiano intenzione alcuna di mettere a tacere gli strumenti.

Ce l'ha dimostrato il vecchio Ranaldo, che si è da subito messo al lavoro per far uscire il nuovo disco solista (l'ultimo era del 2008), Between The Times and The Tides (Matador). Un disco nel quale, come potete facilmente constatare da soli, il nostro segue la strada già battuta dall'ultimo lavoro del partner in crime Thurstoon Moore, spegnendo le effervescenze chitarristiche nelle acque molto più tranquille di un songwriting di matrice folk-rock (sic!).

Website - Blog - Kranky Records
Ma se c'è qualcuno là fuori che riuscirà a tenere alto il nome dei Sonic Youth, per lo meno nel breve periodo, questo è senza dubbio Steve Shelley. Lo schivo batterista ha infatti recentemente prestato le bacchette al nuovo disco dei Disappears, Pre Language, che uscirà il prossimo primo marzo per la Kranky Records. Un disco che, a giudicare dalle premesse (qua sotto potete ascoltarvi la bellissima opening track Replicate), si presenta come moooolto interessante. Attendiamo fiduciosi. 


 

Nessun commento:

Posta un commento